domenica 12 novembre 2017

Novità su Alzheimer: si può prevenire e perfino far regredire

Non aspettatevi di sentirne parlare sui comuni mass media perchè, come si sa, tutte le notizie che mettono in discussione la farmacocrazia e i protocolli ufficiali sono tabù, o al massimo, se proprio non si può fare a meno di renderle pubbliche, vi si dedica un trafiletto in un angolino. A ciò si deve aggiungere un "fisiologico" ritardo nell'accettare una nuova eclatante scoperta da parte del sistema, che in questi casi  continua a ripetere come un disco rotto concetti ormai obsoleti a dispetto di ogni evidenza (ne ho portato un esempio in "Jurassic Park").

martedì 17 ottobre 2017

I vaccini sono un'illusione: il dissenso si avvale di un'altra voce autorevole


Avevo deciso di non tornare più sull'argomento avendo già detto, sia pure in modo conciso, tutto quanto potevo dire dal mio modesto punto di vista (non sono medico), decisione ribadita dopo che un paio di recentissimi provvedimenti disciplinari di Facebook nei miei confronti hanno insinuato il sospetto in alcuni miei amici che ciò possa avere a che fare col mio vivace attivismo sul fronte no-vax, che a qualcuno evidentemente non va giù. Del resto non sarei il primo a subìre qualche tipo di censura a tal proposito da che si è instaurato questo clima da Santa Inquisizione grazie al regime nazista e mafioso che ci tiene sotto controllo.

venerdì 29 settembre 2017

Tutta la verità nascosta sul cancro finalmente accessibile a tutti!


Nel desolante mare magnum di orrori, tragedie e ingiustizie che questo sciagurato nuovo millennio ci dispensa come mai in passato, ci si potrebbe chiedere se esistano ancora persone buone, persone oneste e affamate di verità e giustizia da diffondere al solo fine di aiutare il prossimo, dunque senza nascosti interessi.

Ebbene, se tali esemplari (da mettere subito sotto protezione del WWF in quanto specie in via di estinzione!) ancora esistono, Ty Bollinger ne è di sicuro un degno rappresentante.

martedì 12 settembre 2017

Il cibo animale secondo la macrobiotica

Sul ruolo e le quantità di cibo animale nella dieta umana, come si sa, ci sono opinioni molto contrastanti ed estreme che hanno dato luogo a una confusione senza precedenti nel campo della scienza della nutrizione. Se a questo si aggiunge che i rappresentanti delle due principali fazioni non di rado sono animati da un atteggiamento fanatico e dogmatico, si capisce bene come sia difficile per i "non addetti ai lavori" trovare il bandolo della matassa. Mi è capitato però di imbattermi in  un articolo  reperibile su un sito macrobiotico che ho trovato interessante dandomi così lo spunto per provare (immodestamente) a dire qualcosa di nuovo e non scontato sull'annosa questione.

venerdì 18 agosto 2017

Novità rivoluzionarie in oncologia!


Come tutti sanno, allorchè una terapia antitumorale dà il risultato  sperato (che in termini clinici corrisponde alla distruzione della massa tumorale),  in chiunque viva quell'esperienza, nonchè nelle persone a lui vicine e negli stessi medici  curanti, subentra il timore, e con esso l'angoscia, che la guarigione possa rivelarsi una vittoria di Pirro, ossia che possa prima o poi manifestarsi una metastasi, il che si verifica più spesso di quanto le autorità mediche siano disposte ad ammettere.

domenica 30 luglio 2017

Bambini e microbiota: ciò che non avremmo mai immaginato


La guerra senza fine ai microbi, che sembra ispirata al motto "L'unico microbo buono è quello morto", si è rivelata un boomerang.

Forte degli indiscutibili successi nel contrastare pericolosi microrganismi forieri di terribili malattie che fino a tempi relativamente recenti falcidiavano popolazioni di tutto il mondo, la comunità scientifica ha portato avanti la sua politica offensiva nei confronti degli invisibili nemici fino alle estreme conseguenze.

domenica 9 luglio 2017

Le strategie di persuasione sui vaccini (e non solo)

I media, notoriamente al servizio di chi ha il potere di controllare l'informazione (e quindi tutti incondizionatamente a favore  delle vaccinazioni a tutto campo), forse hanno capito che i soliti slogan ormai logori ("La scienza non è democratica", "E' necessaria una copertura vaccinale del 95% perchè possa aversi l'immunità di gregge" e altre affermazioni non suffragate dai fatti) possono abbindolare solo gli sprovveduti e così stanno escogitando tattiche più raffinate e subdole. 

Ne ho avuto la prova leggendo la rubrica "Salute" del Corriere della Sera del 2 luglio scorso (pagg. 38-39) in cui si discute un problema  paradossale (e reale)  ma strumentalizzato a favore dei pro-vax.

martedì 27 giugno 2017

E se il morbillo non fosse un evento così temibile da evitare ad ogni costo?

Come tutti sappiamo, in questi giorni si parla di vaccinazioni come mai avvenuto in passato  e, fra i vari argomenti per convincere gli scettici,  si fa leva sulla pericolosità di una malattia assai comune come il morbillo e sulla sua recente recrudescenza, "tutta colpa dei non vaccinati", secondo chi pontifica facendo informazione di regime (dimenticando che le malattie infettive sono tutte caratterizate da un andamento parecchio fluttuante nel tempo, e non è che la peste bubbonica del '600 sia scomparsa per merito di un vaccino).

sabato 3 giugno 2017

I bambini non vaccinati sono più sani di quelli vaccinati

I vaccini sono la nuova religione, come ho già detto in un precedente post, anzi peggio, una vera dittatura.

Non è consentito avere un'opinione a riguardo che non sia quella ufficiale "ortodossa", ed esprimerla pubblicamente significa rischiare il linciaggio. Infatti anche chi nutre dubbi sul tema medico più controverso di sempre nell'accingersi a giustificare la sua posizione mette subito le mani avanti esordendo immancabilmente con un diplomatico "Io non sono affatto contrario ai vaccini... ", come a volersi cautelare da ogni possibile critica o aggressione verbale.

mercoledì 24 maggio 2017

Immunità di gregge? Sì, un gregge di... pecoroni!


Ebbene sì, i fatti di questi ultimi giorni hanno  pienamente confermato  quanto avevo descritto nel mio recente post, "La verità sui vaccini: l'Inquisizione è tornata", parlando di guerra a proposito dello scontro fàttosi rovente fra pro-vax e anti-vax. La paventata crociata da Santa Inquisizione ha fatto progressi, come c'era da aspettarsi, e dato i suoi frutti: è bastato un "piccolo" decreto - sì appunto, un... decretino! - per scatenare una immane bufera di critiche on-line  cui ovviamente giornali e tv si son guardati bene dal fare accenno... per non spaventare e confondere troppo i "benpensanti", già fin troppo subissati da "disinformazione".