mercoledì 22 marzo 2017

Dieta mediterranea, tra mito e realtà


Chi non ha mai sentito parlare della dieta mediterranea? Sono sicuro che anche chi è poco interessato al discorso sull'alimentazione l'ha  almeno sentita nominare. Ma, nonostante sia ormai divenuta a tutti familiare, quanti sanno esattamente che cosa s'intende con questa definizione?

La domanda è opportuna se si pensa alla confusione che la circonda, all'approssimazione con cui se ne parla o a come venga a volte strumentalizzata distorcendone il significato.

lunedì 6 marzo 2017

Con "La Grande Via" Franco Berrino è tornato... alla grande!


E' proprio di pochi giorni fa l'annuncio della scoperta di un gene riconosciuto come responsabile dell'invecchiamento, notizia che sarebbe davvero sensazionale...  se non fosse l'ennesima di questo genere (leggi qui). 

L'illusione di poter trovare l'elisìr di lunga vita e possibilmente lontana dalle malattie è stata coltivata fin dai tempi più antichi, come ci ricordano gli alchimisti del medioevo, e adesso che la sempre più approfondita conoscenza della genetica ci ha dischiuso nuovi orizzonti finora insospettati ha ricevuto nuova linfa per ammaliare perfino gli scienziati.

domenica 19 febbraio 2017

Diete dei gruppi sanguigni, una seducente teoria che può facilmente abbagliare

 Le bufale sono sempre in agguato ed all'ordine del giorno. Lo sa bene (o dovrebbe saperlo) qualsiasi assiduo frequentatore del web. 

Naturalmente perchè  una notizia o una teoria sia credibile bisogna  che essa contenga una evidente base di verità, o quantomeno di plausibilità, e questo vale soprattutto per chi la propone  in malafede. Infarcire dunque una teoria con quanti più concetti e dati scientifici possibili per gettare fumo negli occhi in questi casi è la strada obbligata.

lunedì 23 gennaio 2017

Lotta al cancro: il più solenne fiasco in tutta la storia della medicina



Fra qualche giorno (28 gennaio) l' AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) rinnoverà per l'ennesima volta l'appello per le donazioni in 2700 piazze italiane con l'ormai nota iniziativa delle "Arance della salute", assurte queste a simbolo della dieta sana e della battaglia contro il cancro (ma sono davvero utili, come si crede, per chi è già ammalato? Mah!). 

Non ci crederete, ma per una pura coincidenza proprio in questi giorni ho ultimato il mio primo ebook dedicato al tumore al seno, che aspetta solo di essere pubblicato. Dunque quale occasione migliore per affrontare l'argomento che da tanto tempo mi ripromettevo di trattare?

domenica 1 gennaio 2017

L' Inganno delle Diete Low Carb

Ho già affrontato  più di una volta il tema delle diete a basso contenuto di carboidrati (Cereali, capro espiatorio di tante magagne dell' uomo modernoDukan, la dieta da cui è meglio stare alla largaLe controverse diete Low Carb e il loro sconcertante successo), ma l'  uscita di un nuovo libro di Colin Campbell è sempre un evento scientifico di rilievo, che nel caso del suo più recente, intitolato appunto L' Inganno delle Diete Low Carbmi dà dunque l' occasione di tornare su certi concetti che, nonostante l' evidenza dei fatti, fanno a quanto pare ancora  fatica ad affermarsi a livello di massa a giudicare dalla popolarità e dal rumore mediatico di cui sono oggetto queste famigerate diete.

lunedì 28 novembre 2016

Gravidanza, allattamento, svezzamento e infanzia secondo la macrobiotica (seconda parte)

Dopo aver parlato delle principali influenze che contribuiscono a determinare le caratteristiche costituzionali del nascituro, nonchè il decorso stesso della gravidanza (sorvolando su quei fattori che già prima del concepimento influenzano le condizioni dei genitori e di conseguenza  le qualità dello spermatozoo e dell' ovulo che daranno origine alla nuova creatura), eccoci dunque arrivati al lieto evento, che si svolgerà senza particolari disagi e in un tempo più breve del solito se le condizioni della partoriente saranno equilibrate. 

lunedì 14 novembre 2016

Gravidanza, allattamento, svezzamento e infanzia secondo la macrobiotica (prima parte)

Forse non esiste esempio migliore del periodo che va dal concepimento fino ai primi anni di vita per rendersi conto dei limiti dell' approccio riduzionistico della scienza nell' individuare le necessità nutrizionali a causa delle numerose e complesse interazioni che avvengono in questa particolare fase. Per questo voglio proporre un punto di vista diverso, e cioè quello olistico macrobiotico, dato che la volta scorsa avevo parlato della necessità di rivedere le idee  della scienza istituzionale a riguardo e delle proposte di alcuni studiosi sensibili alle nuove istanze che scaturiscono da una visione aggiornata e di più ampio respiro su ciò che concerne lo stretto rapporto tra nutrizione e salute.

giovedì 27 ottobre 2016

L' alimentazione nella prima infanzia

Se pensate alle tante teorie esistenti in fatto di diete e alla confusione e al disorientamento che ne derivano, beh, dovete sapere che  questo è niente se messo a confronto con le raccomandazioni specifiche per neonati e bambini in età da svezzamento provenienti dalle  fonti più disparate.

In questa particolare fase della vita caratterizzata da rapido sviluppo fisico, ma anche da immaturità di molte funzioni, comprendere le reali esigenze nutritive e saperle adeguatamente soddisfare, come si può immaginare,  complica ulteriormente le cose, e le varie teorie e ideologie che possono in teoria essere appropriate per un adulto  mostrano facilmente  dei limiti nel caso in questione man mano che le conoscenze e l' esperienza in materia progrediscono. Ecco perchè le già numerose e spesso contrastanti informazioni subiscono immancabili aggiornamenti (come testimoniano le continue revisioni dei cosiddetti LARN, cioè i livelli di assunzione di riferimento di nutrienti ed energia).

domenica 9 ottobre 2016

L' apprendista macrobiotico

Conoscevo vagamente Dealma Franceschetti già prima che diventassimo amici su Facebook per aver scoperto quasi fortuitamente il suo sito "La Via Macrobiotica", e avendomi lei omaggiato del suo libro, "L' Apprendista Macrobiotico", ho pensato fosse carino e opportuno ricambiare la sua gentilezza scrivendoci su qualcosa nel mio blog.

Devo dire che l' ho fatto volentieri dato che, lo confesso, mi considero anch'io un "apprendista macrobiotico", non fosse altro che per la mia scarsa vocazione per i fornelli.